Street food è la nuova passione degli italiani.

Ebbene si, ce ne siamo resi conto proprio durante l’estate. Non solo nelle sagre di paese e nei chioschetti per strada ma anche in tv. Insomma, se tra un’uscita e l’altra non abbiamo potuto fare a meno di assaporare veloci spuntini da strada, una volta tornati a casa questi cibi hanno continuato a  catturare la nostra attenzione in trasmissioni itineranti come ad esempio quella proposta dal canale DMAXUnti e Bisunti dove vengono sfidati i maghi dei cibi di strada locali, percorrendo diverse regioni del Belpaese.

Street food greco

Questa tendenza si allinea anche con un’indagine della Coldiretti, secondo cui il 73 per cento degli italiani ha preferito consumare il cibo dei chioschetti. Per motivi economici o per praticità gli street food hanno conquistato i palati. Attenzione però, non si parla di prodotti commerciali ma locali. Vediamo così delinearsi un concetto di cibo di strada tutt’altro che anonimo e industriale ma al contrario ben radicato nelle tradizioni enogastronomiche di un determinato luogo e questo è riscontrabile sia a livello nazionale che estero.

Street food per tutti i gusti

Pensiamo ai tacos e burritos messicani, alla pita greca fino a giungere ai sapori nostrani, e qui l’elenco è davvero lunghissimo, tuttavia ve ne citeremo alcuni tra i più apprezzati.

Street food messicano

Non possiamo partire senza conferire il primato alla pizza. Il trancio di margherita o di pizza ripiena è sempre molto gradito in qualsiasi momento della giornata e mette d’accordo tutti. La massiccia diffusione di pizzerie al taglio, specie nei grandi centri, è la prova evidente di quanto questo prodotto sia apprezzato.

Il panino con la milza

Chi ha avuto la fortuna di recarsi in Sicilia raramente ha resistito ad assaporare un gustoso cannolo alla ricotta oppure arancini, fratelli dei supplì romani, che spesso e volentieri possono sostituire una cena per la loro consistenza. Forse non tutti però conoscono il “pane con la milza”, sempre siciliano. Pane con milza e polmone insaporiti nella sugna.

Gli street food hanno sempre sapori molto decisi. Sicuramente la provenienza locale può assicurare un utilizzo di materie genuine ma i metodi di cottura prevedono l’impiego di consistenti quantità di grassi… Insomma non pensate di cavarvela con poche calorie! Pensiamo agli ottimi panzerotti pugliesi. Ne esistono due versioni, al forno e fritte ma, diciamo la verità, la seconda è molto più stuzzicante. Il fascino che hanno i fritti per il nostro palato è davvero senza rivali. Un baccalà fritto romano o un’oliva ascolana…se non venissero fritti secondo lo standard perderebbero tutte le loro caratteristiche peculiari.

Panzerotti pugliesi

Come sappiamo, lo street food per eccellenza è il panino. Quando  due fette abbracciano una farcitura la soddisfazione percorre una strada differente. In questo caso si lascia spazio ad un’altra esperienza, forse meno breve dello snack fritto ma che permette di assaporare un’alternanza piacevole di ingredienti ben combinati tra loro, come nel caso dell’erbazzone di Reggio Emilia, una torta salata ripiena di bietole, uova, parmigiano, scalogno, aglio e cipolla o del panino al Lampredotto di Firenze. Capitolo a parte merita la piadina romagnola, versatile in quanto permette di scegliere il ripieno in base ai propri gusti.

Un Festival dedicato allo street food

Dal 4 al 6 ottobre 2013 a Cesena il cibo di strada sarà celebrato in un evento ad hoc: il Festival del Cibo di Strada dove Liguria, Puglia, Piemonte, Sicilia e Campania parteciperanno con i loro amati street food. Nel presentare l’evento Burdese, presidente nazionale di Slow Food sottolinea quanto il cibo di strada possa ricondurci alla nostra “memoria gastronomica più genuina: la fame”, evidenziando la capacità della gente di un tempo di trasformare ingredienti semplici in piatti gustosi. Un importante contributo in direzione della tutela di questo patrimonio al pari degli altri che pure delineano il nostro passato.

Il Mc’Ojons del Pikkio

Anche noi ci siamo cimentati nella sperimentazione dello street food durante l’evento brassicolo Beer for Summertime con il nostro panino Mc ’Ojons e la sua polpetta Cocca.

Possiamo sostenere con convinzione che oggi più che mai il cibo di strada ha finalmente il suo momento di gloria e purtroppo alcuni dovranno ricredersi su tutta una serie di pregiudizi e luoghi comuni. Nonostante esistesse dalla notte dei tempi, lo street food ha riacquistato popolarità proprio grazie al suo essere alla portata di mano, poco impegnativo ma nello stesso tempo appagante