Per una tavola a regola d’arte

Ogni società ha sviluppato delle regole relative al comportamento da assumere a tavola. Una sorta di regolamento, il più delle volte nato dalle convenzioni, non scritto, ma assoluto.

Sono diverse le regole del buon comportamento a tavola, spesso anche di difficile applicazione. Il cibo e lo stare insieme a tavola porta a rilassarsi senza dovere pensare a quello che è giusto fare o meno, naturalmente però devono essere tenute delle regole minime. Ovviamente queste regole dovrebbero essere di naturale applicazione, non dovrebbero essere meditate al punto da apparire come una sorta di automa freddo e asettico esecutore di regole.

Detto questo passiamo alle regole che informano il bon ton. Possiamo dividere, per semplificare, il buon comportamento a tavola in diverse aree: la prima relativa alla preparazione della tavola, per arrivare alla predisposizione dei posti, sino ad arrivare a come servire i piatti a tavola.

La preparazione della tavola secondo regola

La preparazione della tavola deve essere, naturalmente, precedente all’arrivo degli ospiti, non sarebbe certamente una bella accoglienza fare accomodare gli ospiti in un cantiere di operazioni per prepararla .Ogni ospite avrà il sottopiatto, il piatto piano e la fondina. Il sottopiatto dovrà rimanere per tutta la durata del pranzo o della cena. Il tovagliolo dovrà essere piegato in modo semplice, anche a forma di quadrato. Il pepe, il sale, l’olio e l’aceto vengono portati a tavola solo su richiesta.

Un esempio con 10 commensali a tavola

Per quanto riguarda, invece, la predisposizione dei posti, questi devono avvenire in modo alternato fra uomini e donne, se il numero di persone è determinato è possibile assegnare in modo casuale i posti a tavola, altrimenti devono essere utilizzare dei segnaposto. Il commensale più grande di età prenderà posto alla destra di chi organizza la cena o il pranzo, mentre il l’ospite d’onore prenderà posto alla sua sinistra.

Come servire le posate a tavola

Infine arriviamo a come servire le portate a tavola. Regola scontata, prima vanno servite le signore e solo successivamente gli uomini. Sarà cura dell’organizzatore accertare che non manchi mai l’acqua e il pane dalla tavola, quest’ultimo dovrà essere messo all’interno di un apposto cestino.