Le zuppe ci riscaldano, ci accolgono come un caldo abbraccio.  Strutturate o meno, ci restituiscono quella dolce calma che solo il focolare domestico sa dare.

I legumi sono i protagonisti di questi piatti e grazie agli aromi potremo personalizzare meglio le nostre ricette: la zuppa di lenticchie è ottima se insaporita con pomodori pelati, carote, patate, sedano ed un pizzico di peperoncino. Quella di fagioli invece potrà essere esaltata con un rametto di rosmarino e quella di ceci con curcuma e coriandolo. Per arricchirle andranno benissimo ingredienti quali funghi, castagne e salsicce.

Per esaltare il sapore dei legumi basterà aggiungere delle spezie

Ma la zuppa per eccellenza è indubbiamente il minestrone: le nostre nonne lo componevano con le verdure messe da parte durante la settimana. A noi piace frullarlo con il mixer ed aggiungerci del buon pesto.

Il minestrone: la zuppa per eccellenza

La tradizione gastronomica italiana è ricca di zuppe:  particolare la milanese Cassoeula, fatta con la verza e le  parti meno nobili del maiale. E cosa dire dei piatti toscani come il pancotto e la pappa al pomodoro? La seuppa della val d’Aosta, invece è fatta con brodo all’interno del quale troviamo immerso il pane con fettine di fontina.

Una delle caratteristiche delle zuppe è quella di poter essere gustate con i crostini di pane: anche quello un pò più duro potrà essere riciclato se posto all’interno di queste calde pietanze. Proprio per questo motivo troviamo le zuppe nella tradizioni contadine, in cui mai e poi mai sarebbe stato concesso buttare del pane.

In questo periodo possiamo far tesoro delle castagne ed utilizzarle con funghi, ceci e farro; ancora, potremmo combinare piselli e pancetta, frullando i primi e arricchendoli con la pancetta che avremo fatto leggermente soffriggere.

Volete rendere la zuppa un vero e proprio primo piatto? Aggiungete della pasta di piccolo formato, come ditali e spaghetti spezzati, oppure del cous cous.

I formati di pasta piccoli vanno benissimo in aggiunta alle zuppe

I paesi nordici sono gli specialisti in questo tipo di pietanza: la  zuppa di Bergen norvegese ad esempio è molto particolare ed è composta di pesce e panna. Sicuramente la zuppa di pesce che conosciamo  bene  è molto più semplice, tuttavia questa, così come molte altre zuppe diffuse nel nord Europa, è molto più ricca di ingredienti che nella nostra tradizione più difficilmente mixiamo tra loro. Molto diffuso in tutta Europa in queste preparazioni è l’utilizzo della cipolla: famosa in Francia la Soupe à l’oignon . In Polonia ne troviamo una buonissima con patate, pancetta, yogurt e crauti.

Parlando di yogurt non possiamo non parlare delle zuppe fredde greche, che sono piuttosto delle creme, con il cetriolo a pezzetti. Varie e dai sapori molto diversi, tutte le zuppe hanno un grande punto in comune: possono essere dei contorni o il piatto principale del pasto ma in ogni caso gli ingredienti per la loro realizzazione sono sempre molto basic e  il segreto per la loro riuscita è solo combinare con abilità i diversi ingredienti.