Evento Ouverture. Dedicato a bloggers ed appassionati. Solo su invito. 21 Febbraio 2013

Mancano pochi giorni ad un evento davvero appassionante. Perché : per dare ad un selezionato pubblico di intenditori e bloggers la possibilità di confrontarsi con questo nuovo “solco” tracciato da Il Pikkio; birre artigianali e prodotti di nicchia. Tema portante : le birre artigianali. Dove : presso Il Pikkio, Fiano Romano. Quando : giovedi 21 febbraio 2013 alle ore 20.30. Chi : tiene la degustazione Paolo Mazzola, coadiuvato nell’esposizione da Orazio Laudi del BirrificioTuran e Andrea Fralleoni di Free Lions.

Saranno inoltre presenti e ci parleranno dei loro prodotti e delle loro creazioni Amelia di Casale Nibbi (formaggi biologici – Amatrice) e Roberto di Bottega Liberati (Roma). Per la pasticceria una special guest dalla Campania : Stella Ricci.

 

Bottega Birraia Artigianale TURAN

Il Menu della serata

  • Tagliere di Salumi di Bottega Liberati e Formaggi di Casale Nibbi. Abbinamento con La Zia Ale (Turan).
  • L’Enzolini. Ovvero ravioli fatti in casa con ripieno di zucchini e robiola, ricoperti di delicata salsa alle noci. Abbinamento con Madonna Pils (Free Lions).
  • Salsiccia Volusia di Roberto Liberati. In abbinamento a Sfumatura (Turan).
  • Soffio di pastiera. Rielaborazione in monoporzione del famoso dolce a base di grano, ad opera di Stella Ricci. Abbinamento con Agreste Fidelis (Free Lions).
  • Per chiudere in bellezza saranno servite alcune praline del maître chocolatier Pietro Napoleone (Rieti)

 

Free Lions Beer

Un evento tutto sommato semplice, all’insegna del buon sapore e della convivialità. Non solo mangiar buon cibo e bere ottime birre, ma scambiarsi opinioni, pareri, punti di vista. Lo scopo di questo happening sarà infatti quello di coinvolgere quanto più possibile gli ospiti in un momento di condivisione olfattiva e di gusto. Sotto la sapiente guida di Paolo Mazzola, conosciuto nel mondo delle birre artigianali come fine intenditore ed entusiasta appassionato.

Roberto Liberati, titolare dell’omonima Bottega, oltre alle specialità già consolidate da anni nel suo “repertorio”, ci farà assaggiare una specialità preparata proprio per l’occasione: la Volusia. Una salsiccia ideata sulla scorta del procedimento tradizionale dei vecchi Fianesi. Specialità che a partire dal giorno 21 febbraio in poi naturalmente troverete nel menù del Pikkio.

Nei giorni successivi all’evento sarà nostra cura mostrarvi immagini, foto, video della serata. Per far sì che l’evento possa restar vivo anche in coloro che non saranno presenti. Inoltre il giorno successivo, 22 febbraio, a partire dalle ore 19.00 in poi ci sarà un ulteriore serata dedicata alle birre artigianali ma in questo caso OPEN. Potrà venire a provarle chiunque ne avrà voglia. Vi parleremo meglio di questo in un altro post.

Qualcosa a Fiano Romano sta cambiando. Due serate all’insegna del divertimento e della convivialità dove la birra artigianale non sarà solo una bevanda da gustare tra un piatto e l’altro ma un’occasione irripetibile, un appuntamento brillante dove andare oltre il gusto e scoprire l’autenticità di un prodotto che ha fatto la storia. Dal 21 febbraio in poi, decine di etichette in carta, alla spina ed in bottiglia.

 

La storia della bionda

Brevissimi cenni sulla birra.

Considerata la bevanda più antica del mondo (le prime testimonianza risalgono ai Sumeri ma l’origine viene datata al settimo millennio a.c.) venne iniziata al processo di industrializzazione con la nascita e lo sviluppo del motore a vapore nel 1765. Necessita di diverse fasi prima che le materie prime, orzo e altri cereali, si trasformino nel prodotto che noi tutti conosciamo. Sono diverse e tipologie di birra, a seconda del lievito e di conseguenza del tipo di fermentazione utilizzato: alta, spontanea, bassa. Il procedimento più antico è quello utilizzato nei primi due casi, dove la fermentazione avviene a temperature elevate; in diversi birrifici anglosassoni e fiamminghi viene ancora mantenuta questa tradizione. A fermentazione spontanea invece la tipologia Lambic, originaria della valle della Senna, vicino Bruxelles. A bassa fermentazione invece, le birre più comuni tra cui la lager, più diffusa.

Il fascino del processo produttivo con cui nasce una birra sta coinvolgendo sempre più neofiti: la tendenza a tornare alle origini e apprezzare il prodotto artigianale sta prendendo sempre più piede, anche grazie alla possibilità di visitare birrifici artigianali e documentarsi sul web .Nel caso delle cosidette “birre artigianali” ovviamente si tratta di produzioni a piccola e media scala, per cui ogni tipologia di prodotto ha la sua ricercatezza e può essere apprezzato solo da una limitata cerchia di assaggiatori. Siamo felici di poter dare ai nostri amici la possibilità di esser tra questi