Oggi parleremo di torte salate, perfette in qualsiasi occasione, come antipasto, secondo oppure da gustare come snack..insomma un jolly per i nostri menu!  Ormai le varianti di torte salate sono davvero tantissime e per tutti i gusti, non tutti però sanno che hanno una matrice comune, la quiche francese. La più famosa è quella Lorraine, ossia della Lorena, regione situata a nord-est della Francia: questo tipo di torta comprende un composto fatto di uova, pancetta e formaggio su uno strato di pasta brisee.

 

La quiche Lorraine

La  pasta brisèe, anch’essa di origine francese, consente di creare un tipo di sfoglia composto da farina, burro, e sale. Il risultato è uno strato friabile che si accompagna deliziosamente sia a ripieni dai sapori delicati, come a base di verdure e pesce, ad esempio  salmone, che a quelli più decisi a base di salsiccia e spezie piccanti. Ma i francesi utilizzano la pasta brisee anche per ricette dolci: questo è possibile semplicemente aggiungendo dello zucchero all’impasto.

Per la preparazione  delle torte salate potremmo utilizzare in alternativa la pasta sfoglia, molto simile alla brisee, ma che non contiene le uova. In entrambi i casi è consigliabile, nel caso in cui lo strato fosse presente anche in superficie, spennellarlo con l’albume dell’uovo per dare alla sfoglia un bel colore dorato.

In questo post vi illustreremo due tipi di ricette in tema di torte salate: quiche e torte ripiene.

 

Torta ripiena melanzane e zucchine

Nel primo caso lo strato di pasta sfoglia o brisee fungerà da base per il ripieno, nel secondo invece il ripieno verrà riposto all’interno di due strati di pasta. Per un aperitivo a antipasto leggero proponiamo ricette più delicate, da abbinare a qualche stuzzichino come olive e arachidi. Ottima ad esempio la quiche con melanzane e zucchine, da disporre in superficie le verdure a rondelle in modo creativo. Tra la sfoglia di pasta brisee e le verdure potreste inserire un composto fatto con uova e formaggi.

 

Torta asparagi e pomodori

Altre gustose varianti leggere potrebbero essere quelle con asparagi e pomodori, sempre collocati in modo scenografico sulla superficie, oppure le varianti ottenute mescolando uova, formaggio e verdure e collocandole sullo strato di pasta. E’ ad esempio il caso di quella con zucchine, carote e peperoni, da tagliare preliminarmente a pezzi medio-piccoli. Il risultato sarà allegro e colorato! Restando in tema di torte salate leggere ma, in questo caso ripiene, possiamo optare per una torta dove un ripieno di bieta ripassata con aglio, alici, pinoli e olive nere viene inglobata tra due strati di fragrante pasta sfoglia. In alternativa possiamo utilizzare gli spinaci o i broccoletti.

 

Crostata salata salsiccia e broccoli

Le torte più ricche e corpose, a base di verdure e pesce o carne, sono ottime per occasioni tipo pic nic o buffet dove i più creativi possono addirittura provare a realizzarne diverse tipologie. Una quiche ottima è quella con asparagi e pancetta: qui il sapore deciso della pancetta viene ben smorzato da quello delicato degli asparagi. Per gli amanti della pancetta ottima la versione con carciofi, da disporre a raggiera per un tocco da vero chef!  Per gli appassionati dei sapori decisi invece la versione salsiccia e broccoli con un pizzico di peperoncino piccante.

 

Torta pasqualina genovese

Se invece cercate una torta ripiena invece che una quiche, che sia protagonista del vostro evento vi consigliamo la versione tipo torta pasqualina genovese, con erbe, ricotta e uova. Delicata quella con spinaci, prosciutto e parmigiano dove le uova, al contrario della pasqualina, non vengono inserite sode all’interno del ripieno, bensì amalgamate con l’impasto. E per un’idea davvero originale? Un ripieno di radicchio, pere e provola: questi tre ingredienti riescono a sposarsi in modo così unico che, siamo sicuri, riusciranno a far ricordare il vostro piatto con estremo interesse.

 

Quiche al salmone

Per chi è sempre alla ricerca di idee raffinate proponiamo la quiche al salmone: l’aggiunta della panna conferirà particolare delicatezza al piatto. Ancora, la particolare ricetta con gamberi, in entrambi i casi l’aggiunta di asparagi o zucchine conferirebbe maggiore prelibatezza al tutto.  Nella fase decorativa ricordate sempre che anche l’occhio vuole la sua parte. Nel caso delle quiche  vi aiuteranno molto i colori e la modalità in cui disporrete gli ingredienti; nel caso delle torte ripiene potrete, in alternativa allo strato di pasta superficiale, disporre strisce tipo crostata.

 

Torta salata caprese

Ma la fantasia può suggerirci combinazioni interessanti anche, ad esempio per un’insolita caprese. Possiamo subito trasformarla in una torta salata semplicemente facendo cuocere in forno un sottile strato di pasta sfoglia e utilizzarlo, un volta fatto raffreddare come base per adagiarci generose fette di mozzarella (meglio se di bufala) e pomodori…i vostri ospiti ne andranno sicuramente matti! In alternativa possiamo adagiare sullo strato già cotto un cocktail di gamberi con foglie di lattuga