Internazionali o nostrane: le salse fredde tradizionali possono essere spalmate sui crostini o semplicemente per assaporare meglio insalate e pinzimoni.

Ce ne sono per tutti i gusti. Elaborate o semplici, troviamo le salsine fredde sempre più spesso nei buffet o aperitivi sottoforma di finger food, complici i simpatici contenitorini monoporzione che permettono di immergersi in piccoli mondi gastronomici a piccole dosi.

Finocchi e altre verdure da pinzimonio:la base ideale per gustare le salsine

Partiamo da un’utilissima base, la maionese: uova, aceto, olio e limone; partendo da qui potremo divertirci a creare numerosi composti. Come la salsa rosa, o salsa cocktail, in quanto si usa spesso per accompagnare il cocktail di gamberi ma va benissimo anche per le fritture. E’ composta, oltre che da maionese, da senape, zucchero, brandy o cognac.

La salsa rosa viene utilizzata per accompagnare cocktail di gamberi ma va benissimo anche per le fritture.

Basterà invece aggiungere alla maionese, spinaci ed erbette come basilico e prezzemolo per ottenere la variante verde, ottima con verdure o pesce lesso. In alternativa, l’aggiunta di capperi, cipolle e cetrioli darà origine alla salsa tartara.  Voglia di combinazioni più golose? Provate la salsa tonnata o ai carciofini, perfette anche se spalmate semplicemente sulle bruschette.

Spinaci ed erbette per una salsina ottima con pesce e verdure lesse

 

Se volessimo invece qualcosa di più light potremmo optare per una base allo yogurt, scegliendo in questo caso quello magro: per accompagnare le insalate va benissimo condire lo yogurt con erbette e aglio tritati, olio, limone e pepe. Per un prodotto più sostanzioso provate lo tzazichi, ricetta greca, sublime con una fetta di morbido pane: yogurt,cetrioli, aglio ed olio.

A questo proposito, attingendo alla cultura gastronomica internazionale gli spunti sono davvero molteplici: avete mai provato la messicana salsa guacamole? In genere all’aggettivo messicano vengono associati sapori piccanti, ebbene, pare che questo Paese sia piuttosto specializzato nelle salse, anche a base di frutta. Nello specifico la salsa guacamole, risalente ai tempi degli Atzechi, è composta da avocado, succo di lime e pepe: tradizionalmente abbinata a tortillas, snack vincente per aperitivi e spuntini. Ma se amate di più la messicanità piccante, la salsa enchilada è quella che fa per voi: con pomodoro e peperoncino,utilizzata per farcire le enchiladas, piccoli cannelloni di mais.

Maggiore corposità si ottiene invece utilizzando i legumi: è il caso dell’hummus, diffuso in Medio Oriente, con ceci, olio, limone, sesamo e aglio. C’è chi al posto dei ceci preferisce i fagioli o le lenticchie.

Spostandoci verso casa nostra scopriamo invece la particolarissima marmellata di cipolle di Tropea: il sapore è agrodolce ed è perfetta con i formaggi.  Questo tipo di cipolla è molto dolce e delicata e per questo si abbina molto bene anche a carni bianche e cacciagione.

Avete voglia di sbizzarrirvi con altre ricette? Provate allora la cremina con olive e melanzane, quella con funghi  o con carciofini: in tutti e tre i casi vi basterà sminuzzare gli ingredienti, aggiungere  olio, aglio ed erbette come vi suggerisce la fantasia.