Siamo nel vivo del periodo: Carnevale è la festa più giocosa  e i dolci che lo rappresentano rispecchiano perfettamente lo spirito goliardico che esprime. Oggi conosceremo più da vicino due dolci che tradizionalmente vengono realizzati in questo periodo: le frappe  e le castagnole

I dolci per la festa più giocosa dell’anno

Vedremo insieme quali sono i passaggi necessari alla loro realizzazione. Questi prelibati capolavori puntellano in questi giorni le vetrine di bar e pasticcerie ma possono essere anche facilmente preparati a casa, basterà seguire i nostri consigli.

Preparazione e passaggi necessari

Le frappe vengono denominate in modo diverso a seconda delle zone della penisola: chiacchiere al sud, cenci in Toscana, bugie in Liguria sono il simbolo di questa festa. Insomma, sono diffuse in tutto il territorio, probabilmente per le loro antiche origini: i Romani le preparavano nel periodo dei Saturnali , che coincidono proprio col nostro Carnevale. Anche le origini delle castagnole sono rintracciabili nel periodo dell’impero romano: Catone parla dei “globus” , palline fritte nell’”unguentum”, un grasso simile allo strutto.

Chiacchiere, cenci o bugie.

Dolci che risiedono nella memoria collettiva e che ricreano ogni anno un’atmosfera magica e allegra.

Castagnole e atmosfera magica

Per le frappe bisognerà ottenere una pasta lavorando bene uova, burro, farina e zucchero, aggiungendo un po’ di sale.  Il tocco in più sarà un cucchiaino di grappa. La pasta dovrà poi riposare per tre quarti d’ora circa e poi essere lavorata per creare uno strato sottile di circa 3 mm, in modo da ritagliarlo in strisce.

Profumi ed allegria

Scaldate l’olio di arachidi in padella e, una volta bollente immergeteci le frappe: se invece le preferite al forno basterà rivestire la teglia con carta forno e porre su di essa le frappe. Il forno dovrà essere preriscaldato, mentre la cottura dovrà avvenire per circa 15 minuti a 200 gradi.   Al termine della cottura cospargete tutto con zucchero a velo.

Qualche consiglio simpatico per presentarle in modo diverso dal solito? Se preferite la versione al forno, dopo aver ottenuto il dolcetto potrete sciogliere qualche pezzetto di cioccolato fondente a bagnomaria e spargerlo con fantasia  sulla superficie.

Anche le castagnole, di prestano ad essere preparati fritte o al forno: dalla consistenza morbida, una tira l’altra! Per prepararle vi occorreranno gli stessi ingredienti necessari per le frappe ma in più avrete bisogno del latte. Il procedimento sarà differente: bisognerà infatti mescolare burro, latte, zucchero, sale e buccia di limone in un pentolino e aspettare l’ebollizione. In un secondo momento unirete la farina e il lievito, poi le uova, mescolando energicamente: attenzione però ad incorporarvi la uova solo dopo che tutto il composto si sia raffreddato leggermente.  A questo punto potrete procedere con la frittura: quando l’olio diventerà bollente potrete immergere un piccolo quantitativo di pasta, grande quanto una noce.

Una volta fritte bisognerà porle su carta forno e poi cospargerle di zucchero.

Ottime varianti sono quelle: alla ricotta, dove questa diviene parte dell’impasto, facendole risultare ancora più morbide; con farina di castagne e all’Alchermes. Nell’ultimo caso le palline, una volta fritte e asciugate andranno ripassate con il liquore e poi con lo zucchero.

Allegria in tavola !

Portare l’allegria e un po’ di pazzia del Carnevale in famiglia è un gioco sempre più entusiasmante: continuate a seguirci per scoprire nuove brillanti ricette

 

* Alcune delle immagini presenti in questo post sono state scaricate dalla rete ed apparivano prive di copyright. nel caso in cui qualcuno ravvedesse di esserne titolare e di non volerle vedere qui pubblicate ce lo comunichi via e-mail e saranno prontamente rimosse.