Il design ed il cibo: due elementi dalla forte personalità ma che negli ultimi tempi troviamo spesso accostati, sarà per la creatività alla base di entrambe  o per le continue innovazioni proposte che oggi il mercato difficilmente fa riferimento al primo a prescindere dall’altro.

Partiamo ad esempio dai locali gastronomici più alla moda del momento. La ricerca di una coerenza tra la filosofia che ispira la cucina del posto con l’arredamento ed il design trae la massima ispirazione dagli elementi più semplici, enfatizzandone il minimo dettaglio. Un’insegna originale, un pezzo particolare, un complemento ristrutturato possono dare carattere al locale creando un link chiaro ed immediato tra concept e prodotto nella mente del consumatore.

Cucinare con colore ed allegria

La valorizzazione della semplicità a livello gastronomico, dalle materie prime alla lavorazione dei prodotti, trova un’ottima scenografia negli arredi in stile minimalista e pieni di design, con colori dalle nuance naturaie come  panna, betulla e noce. Quando si tratta di legno la lavorazione è ruvida al tatto. Un oggetto spesso che, se separato dalla location ricorda più contesti agresti che interni di lusso; ma ciò che è interessante è il risultato d’insieme, che conferisce a questi luoghi classe ed eleganza.

Timer divertenti

I complementi privilegiati sono in questi casi in fibre naturali come canapa o foglie di palma. Tutto molto bio ed essenziale. Il design ormai è anche nelle nostre cucine che accompagna le piccole operazioni culinarie in modo divertente e spensierato. Le nuove ricerche inoltre consentono di avere  oggetti non solo particolari bensì anche molto utili, tanto da essere stati costruiti apposta per specifiche operazioni. E così da semplici accessori diventano i veri e propri protagonisti delle nostre tavole, con colori  accesi e forme inusuali, a volte persino ironiche, come i diffusissimi timer a forma di animaletti, le grattugie a damina, i porta sale e pepe a forma di fantasmini o oggetti complementari; al limite del comic horror  l’omino portacoltelli dove questi ultimi passano da una parte all’altra della sagoma!

Design in cucina

Ma la cucina è l’ambiente più vissuto dove sono maggiormente riposti i ricordi più belli. La funzionalità è qui un imperativo su cui fanno leva gli studi di design: ampie superfici di lavoro, una linearità che lascia spazio all’operatività, una fluidità nell’apertura di vani e cassetti grazie a meccanismi di ultima generazione..il tutto per sostenere con leggerezza le attività giornaliere dei fruitori.

E se la nostra arte in cucina necessita di un adeguato scenario anche le sue creazioni di design non possono essere da meno: piatti, bicchieri e quant’altro saranno a completa disposizione delle nostre portate; diciamo addio ai classici piatti bianchi nelle uniche varianti piano/fondo/frutta uguali per tutti gli umori, le feste e le stagioni: se proprio devono essere bianchi allora stupite nella forma!

Piatti d’autore

Ora ci sono i colori, le  fantasie e soprattutto le forme più svariate. E non solo: le idee per la tavola non conoscono limiti. Ormai piace stupire non solo il palato ma anche la vista e i designer di oggi lo sanno benissimo vista l’originalità delle loro proposte. Il marchio Angela Schwab ha proposto di recente piatti di forma tonda dei quali un lembo sembra essere stato piegato, come se fosse un esemplare di plastica.

Già mangiati…

Merry Design ha proposto i “piatti mangiati” che sembrano essere stati rosicchiati: forse invoglierebbero maggiormente i nostri commensali a consumare velocemente il piatto..per non  estendere il rischio al contenuto rimanente! E ancora, piatti dalle sembianze di fazzoletti svolazzanti oppure a più scomparti per separare le pietanze servite, esaltandole così maggiormente.

Angela Schwab ed i suoi piatti originali

Per chi pensava di concedersi una classica pausa caffè.. anche qui le sorprese sono dietro l’angolo! Diffusissime le tazzine in ceramica che riprendono i bicchierini di plastica stropicciati, disponibili nei colori più svariati, oppure le serie impilabili che, incastrate l’una sull’altra creano inaspettate composizioni o ancora edizioni a coppia che celebrano l’amore. Tante idee dove l’elemento tazza-piattino rappresenta solo la sostanza e la forma sembra un’abile costruzione gestaltica.

Caffè Pantone

Alla luce di tutte le idee disponibili in rete e non, la parola d’ordine è curiosità: captate da riviste, vetrine o qualsiasi altro contesto anche i più piccoli particolari, sviluppando così uno sguardo analitico in funzione delle novità che vorrete apportare alla vostra tavola e integratele  con il vostro spirito creativo. La stessa cura impiegata nella preparazione della pietanza dovrà essere impiegata nell’allestimento che dovrà essere ben allineato al piatto da portata, con accurata scelta di tovaglioli, bicchieri e posate  e….il design è servito