Arriva il caldo e con esso la voglia di cibi freschi: il tutto, ovviamente senza rinunciare al gusto!

E per chi non riesce proprio a fare a meno dei dolci e preferisce semifreddi e gelati, oggi proponiamo delle invitanti ricette in tema di cheese cake.  Si tratta di torte  costituite da una base di pasta e uno strato di crema di formaggio fresco.  Nonostante si tratti di un dolce tipico degli Stati Uniti, l’origine di questi dolci è da ricercarsi in Grecia: tuttavia sul periodo ci sono delle incertezze. Dai Greci passò così ai Romani, mutando via via la tipologia di formaggio utilizzato a seconda anche delle tradizioni specifiche dei luoghi.

La cheese cake va consumata fredda: dopo la cottura in forno, il tutto andrà posto in frigo prima della degustazione. Possiamo avere la variante con base in forno e superficie incorporata a freddo oppure quella in cui sia la base che la parte al formaggio  vengono assemblate, cotte al forno e lasciate poi raffreddare.

La cheese cake va consumata fredda

Partiamo dalle cheese cake composta da una superficie incorporata a freddo: la base in questo caso può essere preparata in diversi modi: uno di questi, forse il più diffuso, prevede l’utilizzo di biscotti secchi sbriciolati e burro fuso. Questo composto dovrà essere cotto in forno e poi posto in frigo. La base può essere arricchita con della frutta secca o dei pezzetti di cioccolato fondente. Alcuni utilizzano anche i cornflakes al posto dei biscotti, ben triturati.

Per chi invece volesse mantenersi leggero e volesse un’alternativa al burro, è possibile sostituirlo con l’olio. Una volta pronta la base possiamo porre su di essa lo strato al formaggio: la scelta deve comunque ricadere su quelli spalmabili come mascarpone, ricotta, philadelphia ma anche robiola.  Sulla decorazione della superficie ci si può davvero divertire: quella più amata è senz’altro ai frutti di bosco ma  le varianti sono davvero infinite, personalizzabili secondo i vostri gusti.

La cheese cake più amata è senz’altro ai frutti di bosco ma le varianti sono davvero infinite

 

Qualche idea per la parte superficiale al formaggio? Ricotta e pere, nutella, frutta. Potrete decidere, specie se utilizzerete la frutta se inserire della gelatina: considerate che serve ad evitare che la frutta si annerisca e a creare uno strato compatto.

Come dicevamo, possiamo preparare il nostro dolce anche con una cottura dell’intero composto prima di inserirla in frigo ma in questo caso gli ingredienti saranno leggermente diversi. In questo caso bisognerà comunque infornare prima la base (fatta sempre con biscotti) e poi aggiungere la parte superiore fatta con il formaggio e in genere uova e zucchero. A questo punto infornerete  nuovamente la base (già cotta) assemblata alla superficie.

Cheese cake preparata interamente in forno

L’idea in più? L’aggiunta di frutti di bosco o di pistacchi all’interno dell’impasto al formaggio e come guarnitura darà davvero un tocco di colore oltre che di sfiziosità.

 

Cheese cake con pistacchi