Un cenone di Natale con un occhio alla linea

Oggi partiremo con una domanda: è possibile conciliare due concetti come dieta e pranzo di Natale? Ovviamente la risposta più logica sarebbe un no. Conosciamo molto bene i rischi delle festività per i nostri cari buchi alla cintura, tuttavia in questo post vorremmo proporvi una soluzione alternativa al classico menu ipercalorico che da sempre caratterizza le tavole degli italiani durante il periodo di Natale.

Antipasto con bresaola e ricotta

L’idea è quella di suggerire un menu caloricamente “sostenibile” che possa gratificare il palato e il senso estetico di eventuali invitati, ovviamente nel pieno rispetto della tradizione. La nostra proposta inizia con l’antipasto e in tal senso suggeriamo degli stuzzichini a base di “cannoli alla ricotta”. Attenzione, non parliamo dei tradizionali, e buonissimi, cannoli siciliani ma di involtini di bresaola, o qualsiasi altro affettato ad eccezione del salame, ripieni di ricotta e varie erbe aromatiche.

Per la preparazione dovrete innanzitutto lavorare la ricotta con pepe ed erbe aromatiche, una volta fatto questo non dovrete far altro che farcire il tutto con una fetta di bresaola da arrotolare e fissare con dell’erba cipollina. In questo modo otterrete un antipasto veloce da preparare, ma anche da mangiare, con un apporto complessivo di circa 37 kcal per unità. Attenzione, consigliamo di accompagnare tale portata con delle piccole varianti, sostituendo la bresaola con del salmone e la ricotta con dell’insalata russa, in modo da offrire agli ospiti una vasta possibilità di scelta.

Primo piatto in “linea”

Procedendo con il tradizionale menu natalizio, incontriamo a questo punto il tanto temuto “primo piatto”. Tradizionalmente la portata più calorica dell’intero pasto, il primo piatto rappresenta da sempre una vera sfida per molti nutrizionisti attenti anche al gusto: noi vi proponiamo delle “melanzane ripiene di riso”. Gli ingredienti sono:

-          70 gr. di riso

-          15 gr. di olio

-          60 gr. di cipolla

-          60 gr. di peperoni

-          35 gr. di uva passa

-          35 gr. di arachidi

-          15 gr. di parmigiano, sale e pepe.

Per la preparazione dovrete innanzitutto far cuocere il riso, quindi eliminate il peduncolo delle melanzane e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Scottate la metà melanzana per 4 minuti in acqua bollente, quindi scolate e tritate la polpa messa da parte. Scaldate l’olio in una padella e rosolate aglio e cipolla finchè non si ammorbidiscono, aggiungete il peperone e la polpa di melanzana, quindi proseguite la cottura per 2 minuti. Unite l’uva passa, le arachidi, l’origano e il riso, salate, aggiungete il parmigiano e mettete in forno per 20 minuti circa a 190°C. Una volta gratinate le melanzane saranno pronte per essere servite, con un apporto calorico di circa 800 kcal.

La tradizione del pesce anche a Natale

Per quanto riguarda il secondo, la soluzione si chiama “Pesce”. Per preparare dei gustosi calamari al pomodoro, basteranno:

-          110 gr. di calamari

-          120 gr. di pomodoro tritato

-          15 gr. di parmigiano

-          Timo

-          Origano

-          sale e pepe.

Le fasi di lavorazione sono molto semplici e rapide, questo vi servirà a controllare la cottura delle melanzane e a cimentarvi nella preparazione del dessert: pulite e tagliate i calamari a pezzi, conditeli e rosolate il tutto con tre spicchi d’aglio tagliati finissimi, soffriggete a parte i pomodori con le erbe aromatiche e due spicchi d’aglio, quindi mettete in una teglia i calamari insieme al soffritto di pomodoro. Spolverate con il formaggio, inserite in forno per gratinare ed ecco il piatto pronto da gustare con appena 256 kcal.

Una grande scelta “moderata” di dolci

Per quanto riguarda il dessert, il nostro consiglio è di mangiare quello che più piace, senza tener conto delle calorie, ma in dosi assolutamente moderate, tenendo ben presenti le parole della tradizione latina: “In medio stat virtus”.